Ottocento euro, una cifra che si avvicina al doppio del minimo previsto dalla legge regionale in materia di tirocini. È quanto viene corrisposto ai neolaureati che effettuano un tirocinio post-laurea ad ASP Città di Bologna. Il riconoscimento è stato previsto con un Atto di indirizzo, che ho firmato come Amministratore unico di ASP. Nel dettaglio, 800 euro è l’indennità di partecipazione
mensile che sarà riconosciuta ai neolaureati selezionati per progetti di supporto della durata di sei mesi. I servizi e gli uffici coinvolti sono il Centro per le famiglie, i Servizi Protezioni internazionali, Contrasto alla grave emarginazione adulti, gli Uffici Gare e contratti, Risorse umane e Direzione generale, che già stanno beneficiando di questa importante collaborazione.
Lo svolgimento del tirocinio consente ai giovani l’acquisizione di competenze professionalizzanti: questo avviene attraverso lo svolgimento di attività pratiche,
che hanno l’obiettivo di completare la formazione teorico-pratica dello studente e di favorire future scelte professionali, grazie alla conoscenza diretta del mondo del lavoro. Allo stesso tempo l’accoglienza dei tirocinanti rappresenta per i dipendenti coinvolti nelle attività di tutoraggio e formazione un’occasione di relazione con i giovani e l’opportunità di un confronto quotidiano
e operativo in grado di arricchire loro stessi e l’Azienda. L’indennità di partecipazione è un riconoscimento congruo e consentito dalla norma, che abbiamo deciso di corrispondere ai giovani laureati in ragione dell’impegno e della professionalità che mettono a disposizione di ASP. Possiamo e vogliamo farlo, per favorire l’inserimento lavorativo, contribuire all’autonomia di ragazzi e ragazze che vivono nella nostra città e valorizzarne le competenze.
Da oltre un biennio ASP è impegnata nella promozione dello sviluppo di competenze professionali dei giovani: sono infatti attive convenzioni con l’Ufficio Scolastico Regionale e con diverse Università per accogliere studenti in tirocinio. La collaborazione più consolidata è con l’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna e riguarda sia lo svolgimento di tirocini curriculari (fisioterapia, dietistica, infermieristica...), di tirocini professionalizzanti (assistenti sociali, animatori, OSS) che rivolti a neolaureati.
 
Tratto da ASPNEWS 3_2018   Scarica ASPNEWS 3_2018