Lo scorso Giugno è stato approvato il Bilancio consuntivo 2016, terzo anno di vita di ASP: un bilancio in attivo, che vede raggiunti tutti gli obiettivi alla base della scelta del Comune di Bologna di costituire nel 2014 l’Azienda pubblica di Servizi alla Persona. Restano da consolidare i risultati ottenuti e da stabilizzare l’assetto organizzativo dell’Azienda, che ha dimostrato grande tenuta, ma richiede oggi una profonda revisione in relazione alle sfide connesse ai nuovi servizi recentemente trasferiti dal Comune di Bologna.

Le profonde innovazioni in divenire, già tracciate nel 2017, dovranno essere compiute nel quadro di un cambiamento volto a rispondere alle trasformazioni sociali sotto il profilo dei servizi socio-assistenziali, con grande attenzione alle fasce più vulnerabili.

Si tratta di obiettivi da realizzarsi attraverso una nuova dimensione di sussidiarietà, tramite la quale ASP intende implementare tutte le collaborazioni necessarie, interistituzionali e con il privato sociale, per definire strategicamente la propria posizione nel sistema cittadino metropolitano e regionale dell’erogazione dei servizi. Questo anche per favorire processi di confronto e di accesso al sistema del finanziamento cittadino ed europeo di progetti.

Tanti i “cantieri” aperti: ASP sta lavorando a individuare nuovi modelli di intervento a favore di diverse fasce deboli della popolazione (adulti con disabilità o problemi di natura psichiatrica) e strategie mirate ad azioni trasversali volte a diversi ambiti di vita (come quelle per l’autonomia abitativa).

Ulteriori chiavi di lettura per ottimizzare i percorsi di cura delle persone già in carico ai servizi sono state individuate nei temi dell’integrazione socio-sanitaria e delle nuove tecnologie assistive.

Tra i servizi, quelli per la domiciliarità rivolti agli anziani completeranno i percorsi di riorganizzazione, mentre saranno avviate le gare di appalto per 100 nuovi alloggi con servizi per anziani autosufficienti.

Infine, nel triennio sarà implementato un modello trasferibile a tutti i servizi dell’Azienda per la valutazione di impatto sui servizi erogati, per individuare azioni di miglioramento o correttivi al sistema di erogazione.

Nel settore del patrimonio, oltre alla separazione dell’ambito della gestione del patrimonio immobiliare da quello indisponibile, l’impegno di ASP verte su riqualificazione del patrimonio edilizio e ulteriore valorizzazione del patrimonio artistico; particolare attenzione sarà dedicata al patrimonio conservato presso il complesso del Baraccano.

Non da meno, l’attenzione alle risorse umane: l’obiettivo principale è quello di favorire la partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori, sostenendo percorsi formativi, contrastando l’assenteismo e semplificando i processi lavorativi, con l’impegno parallelo alla stabilizzazione della dotazione organica, anche con bandi di concorso in collaborazione con altre ASP. Sul piano della valutazione, l’impegno è quello di consolidare un sistema di valutazione esplicito e condiviso con il personale.

Sono questi i prossimi obiettivi di ASP Città di Bologna: un passo dopo l’altro, con tutta l’attenzione e la cura necessarie a far crescere una grande Azienda pubblica ancora più efficiente nel dare risposte ai bisogni dei cittadini, in un contesto di sempre maggiore complessità sociale, in piena coerenza con le priorità indicate dal Comune di Bologna. 

 

 

Tratto da ASPNEWS 4_2017 Scarica il pdf di ASP NEWS 4/2017