Ricordare la generosità dei Benefattori che ha reso possibile l’operare di ASP Città di Bologna nella società e a sostegno delle persone più fragili. Grazie alla sensibilità dell’Arcivescovo di Bologna e alla disponibilità dei suoi collaboratori, è stato possibile condividerne la memoria durante la Messa del 2 novembre, officiata da Monsignor Zuppi nella chiesa della Certosa in occasione della Commemorazione di tutti i defunti.

Alla celebrazione hanno preso parte alcuni ospiti delle strutture ASP, a cui l’Arcivescovo ha rivolto un caloroso saluto e un ringraziamento per la loro presenza. Dopo la Messa Monsignor Zuppi ha incontrato gli anziani e gli operatori. Per gli ospiti di ASP la giornata ha rappresentato l’occasione, molto sentita, di ricordare e commemorare i propri defunti e, allo stesso tempo, è stata una bella occasione di visita al complesso monumentale della Certosa e un’immersione nei vivaci colori autunnali.

Dopo la celebrazione, seguendo le disposizioni testamentarie, alcuni rappresentanti dell’Azienda hanno deposto fiori sulle tombe per continuare la tradizione di onorare la memoria di chi ha scelto di condividere i propri beni a sostegno di chi ha bisogno di aiuto; un gesto particolarmente significativo in un momento di tensioni sociali sempre più difficili da governare.

Il lavoro di ASP raccoglie tutt’oggi l’impegno assunto nel tempo dai Benefattori: i servizi riguardano l’assistenza agli anziani, ai minori, a chi vive situazioni di grave emarginazione, a persone e famiglie in condizioni di precarietà abitativa, a chi chiede protezione internazionale. A distanza di cinque secoli si dipana ancora il filo di una solidarietà che rappresenta un progetto allargato all’intera comunità e fondato sulla scelta di condividere per dare sollievo a chi vive difficoltà diverse.

 

Tratto da ASPNEWS 4_2017. Scarica il pdf di ASP NEWS 4/2017