Con l’arrivo della bella stagione e in vista dell’aumento del turismo a Bologna, la Quadreria scatena il suo potenziale con una serie di eventi e proposte in collaborazione con diverse realtà socio-culturali, per promuovere il patrimonio storico-artistico di ASP Città di Bologna e contestualizzarlo nel territorio metropolitano come eccellenza della città.
 
Tra le iniziative in programma “Gira la Cartolina!”, un progetto della cooperativa Piazza Grande, di ASP Città di Bologna e della Quadreria, che offre tour condotti da guide turistiche amatoriali (tra cui persone senza dimora e studenti), per mostrare al turista una Bologna inedita.Accompagnati da poesie, riflessioni e storie delle nostre guide d’eccezione, i visitatori partiranno dalla Quadreria, in via Marsala 7, per arrivare alla stazione, passando per la "finestrella" di via Piella, il teatro Arena del Sole e il parco della Montagnola. I tour, iniziati il 4 giugno, accanto ai luoghi e i monumenti mettono al centro lo sguardo, la voce e le storie di chi quegli spazi li vive quotidianamente.
 
Oltre a questo, la Quadreria è inserita nella rassegna di Bologna Estate 2019, promossa dal Comune e dalla Città metropolitana di Bologna. Una serie di eventi musicali, cominciati l’8 giugno con “Chiama all’amore un canto di tortora”, concerto dedicato alle musiche e alle voci dell’Ottocento boemo, e il 15 giugno con “È successo anche a te?”, dove la lettura teatrale è accompagnata dalla musica nell’espressione di narrazioni femminili, emozioni, sogni e ricordi di vita. Entrambi sono stati organizzati dall’associazione culturale italo-ceca Lucerna, che ormai da anni coopera con la Quadreria nell’abbinamento della musica alla pittura.
 
Sabato 22 giugno il cortile della Quadreria diventa lo scenario dello spettacolo “Shakespeare to love”, con l’attore Dario Turrini, la soprano Silvia Salfi e il pianista Matteo Matteuzzi: il pubblico ascolterà i versi del poeta William Shakespeare e incontrerà i suoi personaggi come amici con cui condividere segreti e pensieri, con le note di Quilter, Korngold, Rossini, Gounod e Verdi. Gli eventi poi riprenderanno a settembre, con tante novità in fatto di performance ed esposizioni.
 
Pubblicato il 30 giugno 2019
Tratto da ASP NEWS 2_2019