ASPXigiovani


Nel mese di marzo La Quadreria di ASP Città di Bologna è stata teatro di ben due eventi pubblici realizzati dagli studenti e dalle studentesse del Liceo Galvani di Bologna, a conclusione dei progetti di Alternanza Scuola Lavoro. Il 2 marzo è andata in scena Tutta la vita in un foglio rappresentazione teatrale itinerante con il quale i ragazzi hanno dato vita a storie e racconti di ragazzi/e rifugiati arrivati in Italia ed accolti nelle strutture SPRAR di Bologna. Numeroso e molto interessato il pubblico che ha partecipato alla serata. La programmazione e pianificazione del percorso sono state promosse dal Servizio Protezioni Internazionali di ASP e hanno visto la collaborazione della cooperativa Camelot, nell'ambito del progetto SPRAR di Bologna e della campagna BolognaCares!. Il laboratorio teatrale e la messa in scena sono state curate da Cantieri Meticci che ha ripreso il testo dello spettacolo dalle memorie di alcuni rifugiati. Il 15 Marzo, invece, si è conclusa l'esperienza di un ulteriore gruppo di venti studenti del Galvani, a cui è stato dato l'obiettivo non facile di costruire una conferenza aperta al pubblico, riguardante il patrimonio storico - artistico di ASP Città di Bologna in mostra presso la Quadreria e al complesso del Baraccano, in relazione alla storia della città. I ragazzi si sono suddivisi i compiti di relatori, tecnici, grafici, responsabili della comunicazione e dell'organizzazione, hanno fatto ricerche approfondite e hanno sviluppato relazioni che hanno presentato presso la Sala delle Mappe della Quadreria. Dalle vicende dell'Italia post - rinascimentale, ad artiste bolognesi come Elisabetta Sirani e Lavinia Fontana, dalla Madonna di Francesco del Cossa alla vita delle putte del conservatorio del Baraccano: l'aspetto più importante di questo progetto di successo è che l'arte e la storia della città sono state osservate e, successivamente, esposte agli spettatori dal punto di vista dei ragazzi, con l'accuratezza e la professionalità degli studiosi e, allo stesso tempo, con la freschezza e l'emozione dei giovani che un giorno erediteranno questo stesso patrimonio. La conferenza I tesori di Bologna è stata un successo.

Se sei laureato/a da meno di un anno, se hai interesse per il mondo sociale e per le relazioni europee.. vieni a fare un’esperienza di tirocinio con noi! ASP Città di Bologna offre ai neolaureati un Tirocinio post-universitario retribuito (€500/mese) per sei mesi di esperienza come Tecnico esperto nella gestione di progetti. E’ indispensabile un’ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata, di almeno un’altra lingua europea o non europea ed una buona competenza nell’uso degli strumenti informatici. Sarà data priorità ai laureati di Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, corsi di studio: Scienze politiche, Scienze della formazione, Psicologia, Laurea Magistrale in Progettazione e gestione dell'intervento educativo nel disagio sociale, Master Esperto Progetti di Finanziamenti e Fondi Europei. Il titolo di laurea deve essere conseguito da meno di un anno. La selezione dei candidati sarà fatta sulla base di un colloquio attitudinale. Per candidarsi: https://cas-formazione.unibo.it/cas/login?service=https%3A%2F%2Ftirocini.unibo.it%2Ftirocini%2Fpersonale%2Fj_spring_cas_security_check Le attività principali: Ricerca di bandi attivi nazionali ed europei Supporto all’analisi dei bisogni e delle reti/risorse esistenti in collaborazione con i Servizi alla persona di ASP Supporto alla progettazione: relazione con i servizi ASP, relazioni con i partner, raccolta ed elaborazione materiali in lingua inglese Partenariato nazionale ed europeo: contatto, monitoraggio, aggiornamento data-base Traduzione da/verso inglese di testi, documenti, format, schede sintetiche relativi ai Progetti Europei e nazionali, anche già in corso Supporto alle procedure amministrative: Atti, lettere di partenariato, rendicontazione Aggiornamento dei canali di comunicazione ASP (sito internet, pagina facebook, newsletter..) con materiali e news dedicate ai progetti avviati / in corso Tecnico esperto nella gestione dei progetti: vedi il profilo della Qualifica Regionale Pubblicato il 19/03/2018

Gli studenti del Liceo Ginnasio Luigi Galvani , classe 1D, nell'ambito del programma di Alternanza Scuola-Lavoro in ASP Città di Bologna, terranno una conferenza a La Quadreria in via Marsala 7 Giovedì 15 marzo alle ore 17:00. La particolarità dell'evento riguarda il fatto che ogni aspetto didattico, tecnico, comunicativo ed organizzativo è stato interamente gestito dai ragazzi. Gli interventi verteranno sulla descrizione del patrimonio storico, artistico e culturale di ASP, con un approfondimento sul complesso del Baraccano Prenotazione consigliata all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloak4acef778d2d634698ed780efd0e0af0c').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addy4acef778d2d634698ed780efd0e0af0c = 'prenotazioniquadreria' + '@'; addy4acef778d2d634698ed780efd0e0af0c = addy4acef778d2d634698ed780efd0e0af0c + 'gmail' + '.' + 'com'; var addy_text4acef778d2d634698ed780efd0e0af0c = 'prenotazioniquadreria' + '@' + 'gmail' + '.' + 'com';document.getElementById('cloak4acef778d2d634698ed780efd0e0af0c').innerHTML += ''+addy_text4acef778d2d634698ed780efd0e0af0c+''; Tutte le info nell'evento facebook I Tesori di Bologna Leggi di altre esperienze, progetti ed eventi nell'ambito dell'Alternanza Scuola-Lavoro in ASP nel blog ASPXigiovani

Venerdì 2 marzo alle ore 21,00, presso la Quadreria di ASP, in via Marsala 7 a Bologna, la rappresentazione teatrale dal titolo “Tutta la vita in un foglio”. Come entrare in empatia con una vita che non è la tua? Come cercare di comprendere il destino di un’altra persona, specie se fuggita da una realtà terribile, completamente diversa dalla nostra? Come raccontare quelle storie? Sono queste alcune domande poste ai giovani del liceo Galvani di Bologna che hanno fatto da apripista al percorso performativo dentro il laboratorio teatrale organizzato dall’ASP Città di Bologna, nell’ambito dei programmi di “Alternanza Scuola/Lavoro”. Il prodotto finale di questa esperienza verrà presentato il 2 marzo alle ore 21,00, presso la Quadreria, in via Marsala 7 a Bologna. La programmazione e pianificazione del laboratorio e dell’evento promosse dal Servizio Protezioni Internazionali dell’ASP, ha visto la collaborazione di soggetti legati al progetto Sprar di Bologna, come la Cooperativa Camelot, all’interno del programma di promozione del sistema di accoglienza per richiedenti e rifugiati “Bologna Care”. Il laboratorio e la messa in scena dell’evento sono curate dalla compagnia teatrale “Cantieri Meticci”, che ha ripreso il testo dello spettacolo dalle memorie di alcuni rifugiati, presenti nell’omonima pubblicazione edita nel 2014 dalla Cooperativa Laimomo. Pubblicato il 23 febbraio 2018

Nell'ambito dei progetti di Alternanza Scuola-Lavoro in ASP, gli studenti del Liceo artistico Arcangeli sono all’opera per realizzare un murales presso il reparto Girasole della Casa Residenza Anziani di Saliceto. Lo stato d’avanzamento del murales, che rappresenterà un campo di girasoli, è attentamente monitorato dagli anziani del reparto, che commentano con gli studenti la scelta delle immagini e le sfumature dei colori, usando la fantasia nell’identificare i bozzetti delle immagini e dando la propria interpretazione dell’opera finale. Pubblicato il 24/01/2018

ASP Città di Bologna ha partecipato, con l'Amministratore unico Gianluca Borghi, all'evento Le competenze degli studenti stranieri: una opportunita’ per lo sviluppo economico e sociale . Parte integrante del progetto europeo Urbact “Gen_Y City”, e all’interno del Festival della Cultura tecnica 2017 dedicato all’innovazione sociale, l’evento si pone come occasione di approfondimento e confronto su casi e prospettive di valorizzazione delle competenze linguistiche, culturali e tecnico-professionali dei giovani stranieri, frequentanti la secondaria di secondo grado e la formazione professionale o in cerca di occupazione, per sostenere da un lato la competitività e l’internazionalizzazione delle imprese del territorio e dall’altro lato percorsi professionali qualificati. Il tutto nella logica di uno sviluppo delle comunità che sia insieme economico e sociale. L’obiettivo è promuovere un primo confronto sul valore aggiunto che specifiche competenze dei giovani stranieri possono rappresentare per il sistema produttivo e, contemporaneamente, avviare la definizione di progetti di alternanza/tirocinio e/o impostare linee di intervento per altre collaborazioni tra istruzione, formazione, territorio e impresa che, come sperimentazioni pilota, permettano di approfondire questa prospettiva, ancora poco esplorata ma di grandi potenzialità per il nostro territorio.

Dal 1 dicembre è disponibile il servizio di radiofonia gestito da ASP BOLOGNA, dedicato ai dipendenti. Il progetto è stato gestito dagli studenti delle Aldini e del Laura Bassi, con lo scopo di fornire un servizio agli impiegati dell'azienda, i quali potranno così ascoltare musica accompagnata da notizie riguardanti ASP e progetti intrapresi dall'azienda. Gli stagisti hanno dedicato un mese alla stesura del progetto, all'apprendimento, alla personalizzazione della piattaforma, alla scrittura e alla registrazione delle notizie, avvicinandosi così al mondo del lavoro aziendale e imparando così come relazionarsi con i clienti, tramite documentazioni e colloqui in modo da soddisfarne le richieste. I generi musicali saranno soprattutto rock, pop e jazz italiano e non, degli anni '60 e successivi.

Da gennaio ad oggi sono 289 gli studenti delle scuole superiori che sono passati in ASP in alternanza scuola lavoro. Ragazzi e ragazze al terzo e quarto anno di corso di istituti tecnici e dei licei della città hanno trascorso da una a quattro settimane negli uffici dell’area amministrativa e dei servizi di supporto, per un totale di 397 percorsi formativi attivati. Non sono però mancati incontri e tirocini con i servizi per anziani e adulti, il core della nostra Azienda. Il focus di questa esperienza è orientare i giovani studenti al mondo del lavoro. Molti di loro hanno infatti ancora in mente le “vecchie” professioni, come contabile, avvocato, commercialista e sono rimasti piacevolmente sorpresi dalla trasversalità di professioni presenti in ASP. Di cosa si sono occupati? Le attività in cui ciascuno studente è stato coinvolto sono state individuate per valorizzarne competenze, attitudini e aspirazioni, per spronarlo a partecipare e dare così un senso al tempo trascorso insieme a noi qui ad ASP. Scrivere per chi legge, per esempio, è il nome dato ad un laboratorio in cui studenti e operatori hanno ideato esempi di come scrivere consegne efficaci per condividere informazioni utili alla continuità di cura di un anziano. Tutor informatici, invece, prevedeva l’affiancamento al personale ASP per migliorare le competenze informatiche, oppure affiancare anziani utenti dei servizi per insegnare loro l’utilizzo di tablet e smartphone e quindi incrementare le loro competenze digitali. C’è chi invece ha affiancato il personale della comunicazione per imparare la gestione e la creazione di contenuti per la Intranet aziendale, laboratorio che è stato ribattezzato come Noi di ASP. Altri invece hanno frequentato la Quadreria facendo da ciceroni ai visitatori oppure traducendo in inglese il materiale informativo sulle opere. Com’è andata? E’ possibile fare un bilancio complessivo? Durante tutto questo anno di alternanza scuola lavoro abbiamo raccolto voci e pareri di chi ha partecipato a questi percorsi: studenti, insegnanti e lavoratori di ASP. E per rispondere a questa domanda uso le parole di un nostro dipendete – tutor: “questa esperienza è servita molto. I ragazzi delle Aldini (una delle scuole coinvolte nel programma) hanno avuto la possibilità di conoscere, per la prima volta, tutti i servizi sociali. Sono stati invitati inoltre a riflettere sulle problematiche delle persone senza fissa dimora, dei profughi e di altre persone svantaggiate che vivono ai margini della società… è stata un’esperienza davvero intensa”. Per spiegare il punto di vista degli studenti uso la risposta che mi ha dato un ragazzo alla fine del suo percorso di alternanza scuola lavoro: “arrivi che sei molto ‘studente’. Vai via che hai capito cosa vuol dire stare a lavoro”. “Stiamo incontrando moltissime persone, è una cosa molto bella. La gente che lavora qui –centralinisti, tecnici... tutti quanti – è simpatica e competente. Da loro impariamo molto e non ci annoiamo mai”. Un altro ragazzo racconta così la sua esperienza in uno dei servizi per gli anziani di ASP: “Io sono stato al centro diurno Albertoni per una settimana ogni giorno, dalle 8.00 alle 16.30. Abbiamo lavorato nel settore adibito alla demenza senile. Il primo giorno è stato il più duro, dovevamo spiegare agli anziani il funzionamento di alcuni “macchinari” e molti non capivano. Non capiscono a cosa serve uno schermo e cercano di usarlo come lavagna. Sono anziani con deficit, fanno fatica a fare collegamenti logici, a ragionare, a coordinare movimento e pensiero. All’inizio eravamo spaesati, ma poi abbiamo imparato come gestirli, come trattarli. Eravamo solo io e i miei quattro compagni. Secondo me, ce l’abbiamo fatta”. Concludo riportando anche il parere di un insegnante: “I ragazzi hanno dato ottimi feedback! I nostri studenti – quelli che hanno realizzato il progetto d’arredamento – siccome al sabato avevano lezione hanno chiesto di poter lavorare anche da scuola. Questo è stato un segnale molto importante” L’alternanza scuola lavoro è quindi un’esperienza arricchente per tutti: i più giovani si sperimentano, per la prima volta, con il mondo del lavoro, con temi e situazioni che non avrebbero occasione di approcciare in altri contesti. Ma rappresenta un momento di crescita anche per noi dipendenti ASP che dobbiamo confrontarci con loro. Tratto dal PDF di Mosaico News

La web radio di ASP nasce dall’impegno concreto di due studenti in alternanza scuola lavoro i quali costruiscono una piattaforma web nella quale poter caricare file audio precedentemente registrati dando vita ad una raccolta di musiche e racconti delle attività e progetti ASP. Questo progetto viene poi portato avanti, alimentato e migliorato continuamente da tutti gli altri studenti che mano a mano arrivano in ASP e scelgono di lavorare sulla web radio. Nel video i due autori raccontano brevemente la loro esperienza di stage ci salutano con le note di una bellissima canzone che scoprire guardando il video.

Attraverso il racconto del viaggio di Fumi dalla sua terra di origine a Bologna, gli studenti dell'alternanza scuola lavoro in ASP, hanno anche descritto gli aspetti principali che compongono il servizio di protezioni internazionali per richiedenti asilo e rifugiati che gestisce ASP. La storia, raccontata attraverso la tecnica del draw my life, semplici disegni raffiguranti i momenti più significativi della vita di Fumi, è stata raccolta grazie a un'intervista realizzata sempre dagli studenti allo stesso Fumi. In questo modo hanno scoperto: da una parte come funziona il sistema di accoglienza, cosa significa essere migrante, l'importanza del servizio protezioni internazionali, dall'altra come organizzare il proprio lavoro dovendosi dividere i ruoli, organizzare l'intervista, realizzare i disegni e montare il tutto in un video; questo in appena due settimane. Guarda il video:

Lo scorso 13 ottobre, in occasione del Festival della Cultura Tecnica promosso dalla Comunità Europea e dal Comune di Bologna, i due studenti Francesco Cassani e Matteo Luppi dell’Istituto Superiore “Archimede” di San Giovanni in Persicieto, hanno presentato ad un vasto pubblico composto dai rappresentanti di diverse scuole e istituzioni, il progetto relativo alla Web radio di ASP. Grazie all’accordo “Alternanza scuola-lavoro”, i due ragazzi hanno infatti svolto un periodo di stage presso l’azienda durante il quale: <<insieme ad un altro nostro compagno abbiamo realizzato da zero un programma per computer attraverso il quale tutti i dipendenti possono ascoltare numerose canzoni accuratamente selezionate e anche la registrazione di nostri podcast dove raccontiamo delle varie iniziative e notizie relative ad ASP>>. Dato l’ottimo lavoro svolto dagli studenti si è così deciso di continuare a coinvolgere altri ragazzi nello sviluppo della web radio per ampliarne i contenuti e facilitarne la fruizione. L’interesse riscontrato verso questo progetto, sia dentro che fuori l’azienda, dimostra come dalla collaborazione tra ASP e le scuole possano emergere interessanti idee in grado di coinvolgere realmente gli studenti in attività utili sia a loro sia all’azienda che li ospita. Inoltre, questo rappresenta certamente un esempio virtuoso delle potenzialità intrinseche al progetto di Alternanza Scuola Lavoro, potenzialità che vengono alla luce quando si è in grado di far incontrare gli interessi dell’azienda con le passioni e abilità dello studente. L’accoglienza di molti ragazzi provenienti da diversi istituti permette poi di portare dentro ASP punti di vista sempre nuovi che fanno nascere numerose occasioni di confronto e scambio, divenendo per l’organizzazione una grande occasione per riflettere su se stessa, magari anche sui suoi punti di forza e debolezza. Grazie al progetto Alternanza Scuola Lavoro, ASP rinnova il desiderio di aprirsi alla comunità del proprio territorio e di fare in modo che anche la comunità possa entrare in ASP.

E’ pubblicato da oggi sul sito dell’Ufficio scolastico regionale l’invito a manifestare interesse per attività di alternanza scuola-lavoro con ASP Città di Bologna. Ciò in attuazione del Protocollo d’intesa triennale fra ASP Città di Bologna e Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna, Ufficio V - Ambito di Bologna Il Piano per l’a.s. 2017/2018 – reperibile sul sito di USR-Ufficio V - descrive le attività che ASP propone agli Istituti scolastici dell’Istruzione secondaria superiore dell’ambito territoriale di Bologna, ove hanno sede le strutture di ASP. I percorsi di alternanza si rivolgono a studenti del secondo biennio e dell'ultimo anno dei diversi percorsi di studi della scuola secondaria di II grado e si caratterizzano per uno standard indicativo di durata di 2 settimane per complessive 72 ore. La manifestazione di interesse avviene attraverso la compilazione, da parte dell'istituzione scolastica del modulo on line sul Check Point dell’Ufficio Scolastico Regionale nell'apposita sezioneentro il 2 Ottobre 2017. L’esito della valutazione delle candidature ricevute sarà pubblicato sul sito dell’USR-Ufficio V entro 15 giorni da tale termine. Ciascun percorso attivato sarà oggetto di co-progettazione tra l’Istituzione scolastica e le strutture di ASP Città di Bologna. Pubblicato il 25 settembre 2017