La verifica interna o audit è uno degli strumenti di monitoraggio di cui l’Azienda disponeAl fine di formare il personale dell’Asp sugli audit interni e per poter affrontare le verifiche con i propri colleghi, è stato organizzato nel dicembre scorso, un corso di due incontri all’interno del quale sono stati trattati argomenti legati specificatamente alla ISO 19011 e al processo di conduzione delle verifiche interne. 
Il personale in formazione ha potuto usufruire di esercitazioni e role playing. 
 
La peculiarità dell'audit è quella di rilevare informazioni sulle attività di gestione dei processi, e concorre alla realizzazione degli indirizzi strategici definiti dagli organi aziendali: l’innovazione organizzativa e gestionale e la sostenibilità economica nel medio-lungo periodo, sono i macro-obiettivi che  l’audit si pone.
 
Le attività saranno sottoposte a verifica rispetto a diversi ambiti tematici, presenti in modo differenziato nelle singole unità operative, individuate nella fase di pianificazione di ciascuna audit. In questo modo è possibile rilevare elementi informativi non osservabili con altre modalità, come la dimensione delle prassi operative in corso di definizione nelle diverse unità organizzative, oppure l’individuazione delle modalità per consolidare risultati conseguiti nel passato.
 
I processi individuati, su cui incentrare l’attività di verifica, possono essere sintetizzati come segue:
  • rendicontazione interna, finalizzata al controllo dei determinanti rilevanti per la gestione;
  • rendicontazione ai committenti/clienti/utenti, con riferimento a livelli di qualità del servizio e/o di attività che impegnano formalmente l’ASP;
  • ascolto attivo degli utenti/clienti, finalizzato alla rilevazione delle attese e al progressivo adeguamento dei requisiti di servizio, compresi quelli relazionali;
 
C’è da dire che le persone che sottoponiamo a verifica sono i nostri colleghi e sono abituati a trattarci da pari e non a subire passivamente i nostri giudizi. In tal senso diventa importante scremare l’interazione di tutte le possibili barriere comunicative che possano ergersi, tra il verificatore ed il verificato tenendo semplicemente presente che la frase chiave è: “Siamo qui per migliorare le condizioni del tuo lavoro”, e non: “Siamo qui per giudicare il tuo lavoro”.
 
Insieme alla linearità del processo di comunicazione tra verificatore e verificato, il successo di un audit interno dipende da fattori quali il grado di preparazione  e di organizzazione del team di verifica o anche  il livello di familiarità con la norma e con i suoi requisiti.
 
Occorre infine tenere presente che l’audit è una indagine a campione, quindi è importante, durante la sua pianificazione, costruirlo con attenzione, proporzionandolo al tempo disponibile.
  
Joomla SEF URLs by Artio