L’articolo 25 del Decreto Legge n.66/2014 ha stabilito che a far data dal 31/03/2015 sia avviato l’utilizzo obbligatorio della fatturazione elettronica nei rapporti tra fornitori e la Pubblica Amministrazione.

A tale proposito, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha emanato il Decreto Ministeriale n. 55/2013 che fornisce tutte le informazioni sui requisiti tecnici  e sulle modalità di trasmissione delle fatture elettroniche, tramite un Sistema di Interscambio, il cui mancato rispetto comporta lo scarto e la mancata trasmissione della fattura elettronica, non consentendo ad ASP di procedere al pagamento della fornitura o prestazione erogate .

Pertanto, dal 31/3/2015, non potremo più accettare fatture che non siano state trasmesse in formato elettronico, secondo i requisiti tecnici stabiliti dal DM 55/2013.

Ogni fornitore dovrà obbligatoriamente indicare nel campo “Codice Destinatario” della fattura elettronica, un codice univoco relativo alla Pubblica Amministrazione di riferimento, nel caso di ASP città di Bologna il codice da indicare è UFTH7H, ed il codice IPA aspcb ; la mancata applicazione da parte del fornitore di tale disposizione comporta lo scarto della fattura e quindi il mancato pagamento della stessa.

Infine, ai sensi dell’art.25, comma 3, del decreto legge n.66/2014, le Pubbliche Amministrazioni non possono procedere al pagamento di fatture che non riportino i codici CIG (Codice identificativo di Gara) e CUP (Codice unico di progetto), qualora siano obbligatori.

Unici soggetti ammessi ad inviare i documenti in formato cartaceo o via mail al nostro indirizzo pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., sono unicamente i soggetti non titolari di Partita Iva.

Joomla SEF URLs by Artio