Contrasto grave emarginazione adulta


Quattro settimane (più una a settembre) per un’estate all’insegna del divertimento e della solidarietà: torna anche quest’anno Estate Regaz! il campo estivo in​ cui il volontariato diventa un gioco da ragazzi. Appuntamento dall’11 giugno presso il centro d'accoglienza di Via Pallavicini 12, a Bologna, a pochi passi da Piazza dei Colori: si prosegue fino al 6 luglio, con una settimana aggiuntiva a settembre. Venti i posti disponibili ogni settimana per ​bimbi e ragazzi tra i 6 e i 18 anni, che dal lunedì al venerdì si cimenteranno in attività, giochi e laboratori, per unire divertimento, volontariato e cittadinanza attiva. Estate Regaz! nasce dalla collaborazione tra l’organizzazione non profit angoloB con il progetto solidale piazzadeicolori2, e la realtà territoriale costituita dal Condominio Pallavicini 12, nato nel 2015 dall’esperienza di Casa Willy e del Centro Rostom nell’accoglienza e nel reinserimento sociale delle persone senza fissa dimora. ESTATE REGAZ!, in collaborazione con Consorzio Indaco e Piazza Grande e in partenariato con ASP Città di Bologna, rientra nel progetto Collaborare è Bologna e ha il patrocinio del Quartiere San Donato - San Vitale. Le iscrizioni chiudono venerdì 25 maggio. Pubblicato il 15 maggio 2018

Comune e ASP città di Bologna chiamano i Meticci a raccolta. Pubblichiamo l'articolo scritto da Tiziana Bellini di Cantieri Meticci sull'attività svolta dai volontari a supporto dell'avvio del progetto di raccolta differenziata presso il condominio Lazzaretto. Madoul, il mio compagno di teatro, è un ballerino dotato di un'energia eccezionale. Arrivato a Bologna dal Gambia 2 anni fa, ha abitato per 1 anno e 9 mesi in una una delle strutture ospitanti situate in via del Lazzaretto, il Centro di Accoglienza Cabrini. Le nostre ‘acque’ sono confluite sulla rotta di Cantieri Meticci che ci ha affidato un incarico molto speciale, ricevuto dal settore Ambiente ed Energia del Comune, grazie all'esito del bando promosso dal quartiere Navile, inerente la realizzazione di attivitàdi inclusione sociale in alcuni luoghi del territorio, con il finanziamento del progetto Ricicl Arti: laboratori di artigianato artistico per far vivere il territorio presentato da Cantieri Meticci. Durante i 3 mesi, da gennaio a marzo 2018, in cui siamo rimasti presso l’area di via del Lazzaretto, (Madoul nel frattempo, dotato di documenti, aveva cambiato casa, e abitava in un appartamento privato insieme ad alcuni studenti di ingegneria), abbiamo avuto la possibilitàdi esplorare insieme un pezzo di mondo dentro Bologna, da un punto di vista completamente insolito per noi Meticci che diamo valore al mescolamento di culture, idee, ipotesi, materiali, luoghi e persone: la Dif-fe-ren-zia-zio-ne. Si trattava di sensibilizzare e sostenere gli ospiti delle 8 strutture del complesso condominio del Lazzaretto, gestito da diverse cooperative e da settembre 2017 coordinato da Asp città di Bologna che si occupa dei servizi dedicati al Contrasto alla Grave Emarginazione Adulta e dell'Area della Transizione Abitativa; accompagnandoli in un percorso ecologico già avviato, da far proprio e integrare nella quotidianitàfino al raggiungimento di una completa autonomia. Tale percorso, partito da azioni eseguite un po’approssimativamente dagli utenti dei servizi, che obbedivano passivamente e con qualche diffidenza a sollecitazioni esterne il cui senso rimaneva per loro oscuro, ha via via regalato a tutti una nuova consapevolezza e fiducia circa l'importanza e il senso di un gesto apparentemente umile, quello della corretta differenziazione e del riciclo dei materiali, che ci collega però in modo responsabile, attivo e creativo al resto del mondo. Un'occasione tanto semplice quanto preziosa per riconnettere la propria proiezione di sè all’ambiente globale, a partire dalla percezione attiva e ricreativa del proprio spazio. Sono questi forse alcuni dei motivi del successo del nostro intervento al Lazzaretto, dove gli abitanti hanno mostrato interesse attivo, desiderio di partecipazione e collaborazione, e calorosa gratitudine. Uno degli ingredienti della nostra ricetta replicabile è stato l'avere a disposizione un arco di tempo limitato ma sufficiente per portare a compimento il nostro progetto, mettendo in campo e coordinando la somma del lavoro e dell'entusiasmo di tutti. Abbiamo creato 2 mailing list separando gli indirizzi dei responsabili ed operatori interni da quelli esterni, e aggiungendo ad entrambe la coordinatrice generale Asp dell'area afferente al progetto. Poi abbiamo inviato con cadenza regolare le nostre osservazioni e proposte, frutto di diverse ore settimanali di costanti sopralluoghi, verifiche, ascolto e scambio, creando così un'efficace rete di condivisione operativa. Ci siamo subito impegnati anche nell'imparare a leggere quanto quotidianamente è scritto nel contenuto dei cassonetti, fornendo una traduzione chiara e utile a tutti, ed elaborando i dati ricavati in tutta l'area, in interventi necessari a far decollare stabilmente la pratica della raccolta differenziata. Grazie alla fruttuosa collaborazione con i responsabili di Hera, abbiamo potuto vagliare tempestivamente la sostenibilitàdelle nostre proposte che sono state tutte accolte, e creato liste aggiornate e condivise di interventi specifici da prevedere da ciascuna struttura. È stata così aggiunta una campana verde e i relativi ecobox, sono state riorganizzate, ottimizzate e completate le varie dotazioni interne ed esterne per la raccolta, con l’aggiunta ai contenitori di simboli e disegni per rendere piùcomprensibile, automatica e familiare la suddivisione dei materiali. Èstato creato un punto di raccolta per gli oggetti ingombranti da smaltire una volta a settimana. Abbiamo svolto interventi mirati a superare alcune difficoltà emerse anche attraverso un'opera di costante mediazione generale, e avvalendoci della preziosa collaborazione dei gestori. La parte più bella e divertente del lavoro è stata il contatto con gli abitanti dell’area, avvenuto sia direttamente recandoci negli appartamenti per fornire loro con un approccio amichevole insieme ai materiali le varie indicazioni, e la nostra disponibilità a supportarli nella differenziazione, sia attraverso tutto ciò che ci siamo inventati per coinvolgere attivamente nel progetto gli utenti in modo gioioso: proiezione di video educativi e divertenti sulla raccolta differenziata, presentazione di immagini ad impatto emotivo sui disastri ambientali provocati dalla plastica nei mari e oceani, considerazioni sul ciclo dei rifiuti nei diversi paesi di origine, laboratori animati, esempi di riutilizzo creativo ed artistico di oggetti, giochi a quiz, rap; e per finire, le danze, dove il mio compagno di teatro ha potuto dare, come in tutto il resto, il meglio di sé. Il risultato di tutto ciò è stata una diminuzione consistente dei rifiuti indifferenziati a favore di una raccolta differenziata divenuta esemplare. L’intero progetto a cura di Cantieri Meticci si sta concludendo con i laboratori sul riciclo creativo, e con la creazione di manufatti che rimarranno per l'utilizzo locale. Infine il 13 maggio è stata una giornata di festa nell'area aperta alla cittadinanza, con l'inaugurazione del campo da calcio, e la presentazione di 2 spettacoli quali esiti dei laboratori teatrali nell'ambito di Quartieri in Movimento .

Il 13 maggio dal primo pomeriggio l'area del Lazzaretto ospiterà Quartieri in movimento , la rassegna degli esiti dei laboratori urbani Quartieri Teatrali a cura dei Cantieri Meticci. Il programma prevede h. 14.30 torneo di calcetto; h. 18.00 The Passangers con gli allievi del laboratorio biblioteca Khaoula; h. 19.30 Aperitivo meticcio si mangia si beve e si raccontano i progetti Ricicl-Arti e Quartieri teatrali; h. 20.45 Da qualche parte dovevamo pur cominciare con gli allievi del laboratorio 20 pietre . L'evento è aperto alla cittadinanza.

Quante volte abbiamo SCONFINATO nella nostra vita..? Qual è il significato che ha più valore? Asp Città di Bologna - Servizio Contrasto alla Grave Emarginazione Adulta - in collaborazione con il Comune di Bologna, i Laboratori di Comunità e il Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia dell'Università di Bologna e Libera Università dell'Autobiografia di Anghiari, invitano cittadini e cittadine, giovani e meno giovani e tutti quelli che ritengono importante partecipare ad una riflessione collettiva sul tema dello S_confinare. Vedi locandina. Partecipa inviando una breve narrazione, oppure una poesia, una metafora, entro il 10 giugno 2018.

Mercoledì 11 aprile alle ore 18.00 presso il Laboratorio di comunità E-20 Via Mauro Sarti n. 20, si terrà uno dei due incontri di informazione e prevenzione con la Psicologa e Psicoterapeuta dott.ssa Rovinetti, sulle esperienze traumatiche, ferite dell'anima. Vedi locandina

Nell’Area di via del Lazzaretto sono presenti diverse strutture di accoglienza e soluzioni abitative afferenti ai Servizi Asp città di Bologna dedicati al Contrasto alla Grave Emarginazione Adulta e alla Transizione Abitativa oltre ad un Centro di Accoglienza Straordinario della Prefettura. Dall’autunno 2017 Asp Città di Bologna ha operato nell’Area connettendo il lavoro sulla raccolta differenziata, sollecitato dal Comune (Settore Ambiente ed Energia), con il progetto “Ricicl-Arti: Laboratori di artigianato artistico per far vivere il territorio”, presentato dall’Associazione Cantieri Meticci e finanziato nell’ambito del bando promosso dal Quartiere Navile per la realizzazione di attività di socializzazione e inclusione sociale in alcuni luoghi del territorio. Si è partiti con un’analisi logistica effettuata da Hera in collaborazione con i gestori, culminata con la proposta della nuova gestione: si è deciso il posizionamento di eco box all’interno delle strutture/appartamenti e di cassonetti differenziati di diverse dimensioni, proporzionati ai volumi e alla qualità dei rifiuti prodotti da ogni Servizio. Si è poi proceduto con incontri di sensibilizzazione, sui temi della differenziata aperti agli ospiti dell’Area e curati da Hera, con dimostrazioni pratiche e proiezione di video, foto esplicative e la consegna dei materiali da utilizzare (pattumelle, sacchetti organico). Da gennaio a marzo 2018 il Comune di Bologna ha poi incaricato l’associazione Cantieri Meticci affinché svolgesse un’attività di supporto al consolidamento della raccolta differenziata, svolto attraverso l’attività di due volontari con interventi mirati e svolti con le modalità del laboratorio creativo rivolto a gruppi di utenti, del “porta a porta” e della sensibilizzazione individualizzata. Nel mese di maggio sono previsti nell’Area i laboratori creativi proposti dalla stessa associazione, che prevedono il coinvolgimento degli utenti dei Servizi, finalizzati alla produzione di manufatti che resteranno all’interno dell’Area (una pedana dedicata ad uno spazio performativo, panchine e cura di una zona adibita a spazio sportivo). Domenica 13 maggio è prevista infine una giornata di festa nell’Area, aperta alla cittadinanza.

Presso il Laboratorio di Comunità E-20 in Via Mauro Sarti n. 20, giovedì 15 marzo dalle ore 19.00, l’associazione T-Thai offrirà un incontro aperto a chiunque voglia, anche solo per curiosità, conoscere e condividere temi centrati sul benessere delle persone. Il progetto di appuntamenti sul benessere per ritrovare equilibrio tra organi e sentimenti e per salutare la comunità.

“Nel buio più scuro, un piccolo fiammifero fa una grande luce. Così anche un gesto distratto, una carezza, sa dare calore dove fa più freddo”. Si è concluso il Piano Freddo Live aperto anche alla cittadinanza, invitata a condividere questo momento di comunità nel senso più ampio del termine, senza alcun tipo di pregiudizio. Un progetto promosso da ASP Città di Bologna e Arte a Domicilio con lo scopo principale di animare le strutture dedicate all'accoglienza di persone in strada durante i mesi invernali. L’idea è stata quella di organizzare eventi musicali all’interno delle strutture di Via dello Scalo, Villa Serena, Casa Willy (congiuntamente con Rostom e Ex Cucine) e Beltrame. Ultimo appuntamento è stato il 20 marzo il Centro di accoglienza Beltrame in Via Sabatucci,2 a Bologna. locandina. Per ottenere questo obiettivo è stata impiegata l’arte, nella fattispecie la musica, di giovani artisti che vivono a Bologna facendo incontrare due realtà che, altrimenti, farebbero fatica ad incontrarsi. La polisemia del termine Live apre due prospettive differenti e complementari: quella della musica e quella del vivere. Due elementi che si contengono, si abbracciano e vanno nella stessa direzione: quella della leggerezza. I mesi invernali mettono a dura prova i corpi e le menti delle persone che si trovano in difficoltà, soprattutto quelli senza una casa. Ma l’accoglienza non è solo un letto: l’accoglienza è fatta di piccole cose come la musica che ti permettono per una o due ore di lasciare sotto quel letto i pensieri che tormentano la mente. L’arte e la musica sono il mezzo per far arrivare questa leggerezza dove non ce l’aspettiamo. Pubblicato il 5 marzo 2018

Con l'arrivo della primavera l'Happy Center, laboratorio di comunità e reiserimento sociale promosso da ASP Città di Bologna, si arricchisce di nuove e coinvolgenti attività, anche grazie ai finanziamenti del Pon Metro! Vedi calendario. ORARI DI APERTURA Aperti generalmente dal lunedì al giovedì dalle 11 alle 17; il venerdì dalle 10 alle 17. DUE FASCE ORARIE DISTINTE Mattutina: Dalle 11 alle 14:00 sono previste attività informali, discussioni, il laboratorio di cucina, arredo, fai da te… È una parte della giornata poco strutturata, adatta a chiunque, per conoscersi, scambiare due chiacchiere, usare il computer... Pomeridiana: Prevede attività strutturate pensate per venire incontro a desideri e capacità di ogni tipo, in collaborazione con altre associazioni o meno, si modificano e vengono strutturate in base alle richieste dei partecipanti, del quartiere e dei servizi. LE ATTIVITA' Sono in partenza: LABORATORIO ESPRESSIVO: Esploriamo le emozioni attraverso l'espressione creativa e l'utilizzo di diverse tecniche artistiche e manuali (teatro, artigianato,. (dal 26/02, il lunedì 14.30-17.00) CIRCOLO DEL LAVORO: Stai cercando lavoro? Farlo in gruppo può essere più divertente ed efficace! Incontri a tema in cui ci si confronta e forma su come muoversi nel mondo del lavoro. Gli incontri prevedono due momenti distinti: uno iniziale di gruppo che prevede giochi, simulazioni e approfondimenti teorici, l'altro di applicazione su quanto detto su di sé e la propria ricerca lavoro, accompagnati ad un tutor. La partecipazione è libera e non è richiesta, anche se consigliata, una partecipazione continuativa. (dal 27/02 il martedì 14.15-18.00) SPAZIO INFORMATICO: Uno spazio riservato a chi non ha praticità del computer e vuole risistemare il curriculum, la lettera di presentazione o usare il pc o la posta elettronica con un supporto (dal 28/02 il mercoledì dalle 14.30 -17.00). SCACCO MATTO: Il gioco di strategia alla portata di tutti. Per appassionati e principianti (dal 8/03 il giovedì 11-12.30). CUCITO: Stoffe, lana, aghi e macchine da cucire, accompagnati da chiacchiere e tè! (dal 1 marzo, il giovedì 14.30 - 17). LABORATORIO TEATRALE IL GIOCO DELLA MASCHERA: Giochi, esercizi ed improvvisazioni per portare le proprie storie, scene ed emozioni sul palco e immaginare nuovi scenari nella vita quotidiana. (il martedì 14.30-17.00) TANDEM ITALIANO-INGLESE: Giochi e attività per conversare in un'altra lingua, stare insieme e scambiarsi idee (il mercoledì dalle 14.30 alle 17). CUCINA E PASTA FRESCA: Ricette e preparazioni fatte in casa, per amanti del buon cibo. (il venerdì dalle 10 alle 13). HAPPY GROUP: Giochi ed attività per conoscere se stessi, scoprire gli altri e stare insieme in modo positivo (il venerdì dalle 14.30 alle 17). REDAZIONE GIORNALE: Per chi scrive o vorrebbe cimentarsi, curiamo insieme alcune pagine del giornale di Piazza Grande (2 volte al mese).

Il campo estivo per bambini e ragazzi provenienti da situazioni familiari fragili, ha vinto il primo premio! Il progetto “Estate Regaz”, campo estivo divertente e solidale, coinvolge anche persone senza fissa dimora o disoccupate, che trovano la possibilità di fare volontariato e che diventa così un gioco da ragazzi! Questa iniziativa, promossa dalla cooperativa Dolce e dall'associazione Piazza Grande, rientra nel progetto Collaborare è Bologna, ha ottenuto il patrocinio del Quartiere San Donato-San Vitale e il supporto di ASP Città di Bologna, si è svolto all’interno dei locali dell’area Pallavicini, nelle strutture di accoglienza della Grave Emarginazione Adulta di ASP. “Estate Regaz”ha un valore nuovo: è svincolato da una confessione religiosa in particolare ed è un’esperienza aperta a tutti, laica e solidale. E’ un progetto no-profit e la scorsa settimana si è aggiudicato il primo premio della categoria tradizionale di “Bologna città civile e bella”. Pubblicato il 20/02/2018

Due giornate per confrontarsi sulla situazione delle donne senza dimora: “Diritti a Fior di pelle” è un evento formativo accreditato dall’Ordine degli Avvocati d Bologna in programma venerdì 9 e venerdì 16 febbraio nella sala “Prof Marco Biagi” in via Santo Stefano 119 a Bologna. Fulcro degli incontri le cause del fenomeno, i numeri e le azioni di contrasto: ASP Città di Bologna è presente con Monica Brandoli, responsabile del settore Grave Emarginazione Adulta, che il 16 febbraio discuterà con Cristina Avonto (presidente FTOPSD) sul tema della “Necessità di un approccio di genere – Politiche e azioni a contrasto del fenomeno sul territorio bolognese e a livello nazionale”. A seguire, l’attenzione si sposterà sulla tutela della salute e la tutela giuridica delle donne senza dimora, con gli interventi del dottor Angelo Rossi di Sokos e dell’avvocato Gianluca Cardi di Avvocato di strada. L’incontro di apertura, il 9 febbraio, sarà invece dedicato allo stato attuale del fenomeno sul territorio e sulle situazioni affrontate dalle associazioni, ricostruito grazie all’esperienza sul campo dei relatori, la dottoressa Elsa Antonioni per Casa delle Donne e il dottor Massimo Manzali per il Dormitorio Madre Teresa di Calcutta. Gli incontri, che rilasciano rispettivamente 2 crediti formativi (9 febbraio) e 3 crediti formativi (16 febbraio) sono organizzati da Avvocato di strada Onlus e hanno il patrocinio del Comune di Bologna. Pubblicato il 6 febbraio 2018

REI- di cosa si tratta e come fare domanda. Questo il tema dell'evento organizzato per mercoledì 24 gennaio alle ore 18 presso il Laboratorio Scalo 051, in via dello Scalo 23 a Bologna. L'incontro della durata di un'ora ha l'obiettivo di dare informazioni pratiche circa il reddito di Inclusione, modalità di accesso, requisiti, caratteristiche del contributo, vincoli e finalità, nonchè di raccogliere dubbi e domande. La partecipazione è libera e gratuita. Leggi qui il volantino. Pubblicato il 22 gennaio 2018