Sabato 5 Maggio 2018 alle 17:00, presso La Quadreria di ASP Città di Bologna in Via Marsala 7, sarà inaugurata la mostra “Quadreria in Blu”, un percorso espositivo volto a tessere un fil rouge attraverso la tradizione pittorica bolognese fino all’arte dei giorni nostri. In ambito artistico, per secoli Bologna ha avuto un ruolo di primo piano, dalla scuola nata in città sul finire del Cinquecento con i Carracci a nomi come Guercino o Gandolfi, dalla nascita dell’Accademia Clementina alla fondazione della moderna Accademia delle Belle Arti, fino alle variegate e molteplici esposizioni dei musei cittadini.

La mostra, nata dalla collaborazione tra due realtà artistiche molto diverse, ovvero la Quadreria di Asp Città di Bologna e la galleria d’arte Blu Gallery, è stata progettata proprio con l’intento di illustrare al pubblico questo aspetto di “città d’arte” ancora vivo oggi, accostando le opere di pittori tra il XVI ed il XVII sec. a quelle di otto giovani di talento: Mara Cerri, Marina Girardi, Magda Guidi, Rocco Lombardi, Virginia Mori, Guido Ricciardelli, Le Nevralgie Costanti (alias Mirko Rossi), Alessandro Sicioldr.

Ogni stanza della Quadreria ospiterà un pezzo, in alcuni casi realizzato appositamente per questa esposizione, posto in relazione all’argomento principale della sala in cui si trova. All’interno del percorso sarà integrato anche il linguaggio multimediale attraverso la proiezione di un cortometraggio che resterà a disposizione dei visitatori per tutta la durata dell’allestimento, che rimarrà tale per un mese.

Fin dalla loro fondazione, sia ASP Città di Bologna che la Blu Gallery si sono occupate della valorizzazione dei giovani e del loro operato, seppur in diversi ambiti e sviluppando progetti differenti: la Quadreria si presenta da questo punto di vista come il luogo perfetto per un punto di incontro, attraverso il linguaggio universale dell’arte.