Lunedì 15 Dicembre 2014, per volontà di ASP Città di Bologna, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa volto a dare attuazione alle indicazioni di progressiva immissione sul mercato dell’affitto di tutto il patrimonio agrario di ASP. Erano presenti Gianluca Borghi Amministratore unico di ASP, Virginio Merola Sindaco del Comune di Bologna, Luca Rizzo Nervo Assessore Sanità del Comune di Bologna, Gabriella Montera Assessore Provinciale Agricoltura, i Sindaci o loro delegati dei Comuni su cui insistono le proprietà e le Associazioni agricole.

ASP possiede un patrimonio agrario distribuito sul territorio della Provincia di Bologna di circa 1.510 ettari; attualmente 961 ettari sono gestiti in economia diretta, la restante superficie di 549 ettari è affittata a imprenditori agricoli. Nel 2015, con l’accorpamento dell’ASP Irides, si aggiungeranno circa 500 ettari attualmente affittati.
 
In questo contesto, con deliberazione n. 22 del 2.09.2014, l’Amministratore unico su indicazione dei Soci, ha avviato il percorso di valorizzazione del patrimonio agrario attraverso bandi per l’affitto dell’intero patrimonio entro i prossimi due anni.
 
Presupposti di base del progetto di questo valorizzazione del patrimonio agrario sono il ricambio generazionale, favorendo soprattutto l’imprenditorialità giovanile e l’inserimento di soggetti senza scopo di lucro che svolgano finalità di recupero sociale ed assistenza di soggetti deboli, con conseguenti e importanti sinergie con le realtà imprenditoriali agricole.
 
La promozione e la realizzazione di questo progetto è un importante segnale di apertura verso un agricoltura che guarda ai giovani, alla valorizzazione delle produzioni tipiche, a rilanciare la specificità territoriale dei prodotti ed il lavoro degli agricoltori del nostro territorio. La sfida dei prossimi anni si giocherà in buona parte sulla capacità o meno di salvaguardare le molteplici positività del territorio bolognese, un territorio ricco di storia, cultura e soprattutto tradizioni e competenze agricole che sono proprie delle nostre radici. Riuscire in questo progetto equivale ad assicurare un futuro migliore per le nuove generazioni, puntando sulla valorizzazione dei fattori produttivi “terra e lavoro”, sulla maggiore vitalità delle aziende condotte da giovani in relazione alla propensione agli investimenti, all’innovazione alla sostenibilità ambientale e alla capacità di produrre prodotti tipici del territorio e di alta qualità.
Considerato che la Politica Agricola Comunitaria tende sempre più a valorizzare le politiche di ruralizzazione dei territori europei, l’Amministrazione ha un forte interesse a collaborare con gli imprenditori agricoli che operano sul territorio provinciale per sviluppare di comune accordo politiche di sviluppo che consolidino le imprese, assicurando, contemporaneamente una produzione di qualità certificata dei prodotti agricoli.
Nella vision, intesa come gestione strategica per indicare la proiezione di uno scenario futuro che rispecchia gli ideali, i valori e le aspirazioni dell’Ente, verrà ricercata partnership con la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Bologna, in grado di supportare con studi e ricerche, iniziative, anche di tipo informativo, formativo e divulgativo, l’imprenditore agricolo. L’acquisizione di tecnologie ed innovazioni offerte dalla ricerca è un passo indispensabile per aumentare la competitività delle imprese agricole e per affrontare in modo più attrezzato il mercato.
Questa prospettiva di ASP Città di Bologna è pienamente coerente con il tema dell’EXPO 2015, “Nutrire il pianeta – Energia per la vita” , che può essere un’occasione per il sistema delle imprese agricole e agro-alimentari bolognesi per presentare al mondo intero le proprie eccellenze, potenziate attraverso una continua innovazione tecnologica ed una alta qualità e tipicità delle produzione agricole.
 
Rassegna stampa:
Corriere Bologna online (15 dicembre 2014)
Corriere Bologna (16 dicembre 2014)
Carlino Bologna (16 dicembre 2014)
Iperbole - Rete civia di Bologna (16 dicembre 2014)
Carlino Bologna (17 dicembre 2014)
 
Pubblicato il 16 Dicembre 2014
 
 

 

Joomla SEF URLs by Artio