Protezioni Internazionali

Di fronte all’arrivo di persone fuggite dalla crisi afghana, il SAI-Sistema Accoglienza e Integrazione metropolitano di Bologna, può rispondere ai nuovi bisogni di accoglienza e supporto anche ampliando la disponibilità di appartamenti e case nel territorio metropolitano, grazie alla rinnovata collaborazione della società civile. Strutturato nell’accoglienza diffusa e nell’accompagnamento delle persone all’autonomia e all’integrazione, il SAI mira a garantire la tutela e l’esercizio dei diritti di ciascuna/o, come previsto dalla normativa sulla protezione internazionale. Per maggiori informazioni www.bolognacares.it. Tutti i cittadini e le cittadine che lo desiderano possono collaborare attivamente al Sistema di Accoglienza. Chi vuole rendere disponibile un alloggio in locazione per l’accoglienza, può contattare il Servizio Protezioni Internazionali di ASP Città di Bologna, che gestisce il SAI metropolitano su mandato del Comune di Bologna e in accordo con gli altri comuni del territorio metropolitano, scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloak723c61aa928453d551a35604137cd80d').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addy723c61aa928453d551a35604137cd80d = 'info.protezioniinternazionali' + '@'; addy723c61aa928453d551a35604137cd80d = addy723c61aa928453d551a35604137cd80d + 'aspbologna' + '.' + 'it'; var addy_text723c61aa928453d551a35604137cd80d = 'info.protezioniinternazionali' + '@' + 'aspbologna' + '.' + 'it';document.getElementById('cloak723c61aa928453d551a35604137cd80d').innerHTML += ''+addy_text723c61aa928453d551a35604137cd80d+''; Il SAI metropolitano di Bologna prevede anche la possibilità di vivere diverse esperienze di vicinanza solidale quali: accoglienza in famiglia di giovani adulti/e e minori stranieri non accompagnati/e, affiancamento/affidamento famigliare, tutela volontaria e tanto altro. A queste attività è dedicato il Progetto Vesta. Chi fosse interessato a collaborare, può candidarsi sul sito web dedicato: progettovesta.com Azioni analoghe vengo sviluppate nel territorio del Nuovo Circondario Imolese, pertanto i cittadini residenti nei Comuni del Nuovo Circondario Imolese possono contattare direttamente il Servizio Programmazione Socio Sanitaria alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloak3b656aff86a0b9af3a59d4b9ab8f0b49').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addy3b656aff86a0b9af3a59d4b9ab8f0b49 = 'usep' + '@'; addy3b656aff86a0b9af3a59d4b9ab8f0b49 = addy3b656aff86a0b9af3a59d4b9ab8f0b49 + 'nuovocircondarioimolese' + '.' + 'it'; var addy_text3b656aff86a0b9af3a59d4b9ab8f0b49 = 'usep' + '@' + 'nuovocircondarioimolese' + '.' + 'it';document.getElementById('cloak3b656aff86a0b9af3a59d4b9ab8f0b49').innerHTML += ''+addy_text3b656aff86a0b9af3a59d4b9ab8f0b49+''; Comunicato Stampa inviato il 22.09.2021
Una rassegna di eventi per celebrare La Giornata Mondiale del Rifugiato 2021 Torna a Bologna il 20 giugno la Giornata Mondiale del Rifugiato, il grande evento dedicato al diritto d’asilo, alla solidarietà e al valore dell’accoglienza, a cura di Comune di Bologna, ASP Città di Bologna, in collaborazione con Bologna Cares, i gestori del Sistema Integrato di accoglienza (SAI), i Comuni aderenti al progetto, Città Metropolitana e Caritas. Un'edizione speciale quella di quest'anno, ricca di eventi, dal vivo e online, dislocati in tanti luoghi della città aperti ai temi del sociale e dell'ospitalità. Leggi il Comunicato stampa del Comune di Bologna Venerdì 18 giugno dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 18 alle 23.30 - Porta Pratello, via Pietralata 58 MOSTRA Non è importante da dove vengo, non è importante la mia storia Ritratti di vite sospese tra le frontiere Inaugurazione venerdì 18 alle 21:00 Ingresso libero, la mostra sarà visitabile fino a giovedì 1 luglio Sabato 19 giugno alle ore 19.30 - Salus Space, via Malvezza 2/2 HOTELBAALBECK Laboratorio/Spettacolo di Cantieri Meticci con gli abitanti di Salus Space e i cittadini del quartiere Domenica 20 giugno ore 17:00 - Cinema Galliera, via Giacomo Matteotti 27 FILMDOCUMENTARIO Un Giorno la Notte di Michele Aiello e Michele Cattani (Italia 2020) Evento in collaborazione con Biografilmfestival, a seguire incontro con protagonisti e registi. Per prenotazioni: scrivere a 3896055155 ore 19:00 - Mercato Sonato, via Giuseppe Tartini, 3 TALK Clinica alla frontiera. La frontiera della clinica Dialoghi fra clinici e operatori sulle esperienze di sofferenza della popolazione migrante Diretta video radiofonica in collaborazione con Radio Città Fujiko e Lepida TV dalle 20.45 alle 23.30 - Mercato Sonato, via Giuseppe Tartini, 3 CONCERTO di Johan Thiele (Italia), Awa Fall (Italia/Senegal), Chris Obehi (Nigeria) Durante il concerto verranno proclamati i vincitori del concorso #ilcieloèditutti Per prenotazione inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloak22056ba4835e89dcd4a52c2d5aef719c').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addy22056ba4835e89dcd4a52c2d5aef719c = 'ventigiugnobologna' + '@'; addy22056ba4835e89dcd4a52c2d5aef719c = addy22056ba4835e89dcd4a52c2d5aef719c + 'cidas' + '.' + 'coop'; var addy_text22056ba4835e89dcd4a52c2d5aef719c = 'ventigiugnobologna' + '@' + 'cidas' + '.' + 'coop';document.getElementById('cloak22056ba4835e89dcd4a52c2d5aef719c').innerHTML += ''+addy_text22056ba4835e89dcd4a52c2d5aef719c+''; (fino ad esaurimento posti). Ingresso riservato ai possessori della Tessera Arci. Lunedì 21 giugno dalle ore 16:00 alle 18:00 in diretta streaming dalla pagina facebook di BolognaCares SEMINARIO: L’evoluzione del sistema asilo in Italia: focus sul Progetto SAI dell’Area Metropolitana di Bologna (Governance e Coesione sociale) Intervengono: - Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna - Marco Lombardo, Assessore Comune di Bologna - Politiche per l’immigrazione - Virginia Costa, Responsabile del Servizio Centrale del SAI - Salvatore Martello, Sindaco di Lampedusa - Rosanna Favato, Amministratrice Unica ASP Città di Bologna - Alessandra Scagliarini, Prorettrice per le Relazioni Internazionali dell'Università di Bologna - Emanuela Dal Zotto, Docente in Sociologia delle Migrazioni all'Università di Pavia ore 21:00 - Porta Pratello, via Pietralata 58 SPETTACOLO Promise Land uno spettacolo della Compagnia La luna nel letto - Ass. Culturale Tra il dire e il fare Per prenotazione inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloakc5c62f0d8e5d5779c07a63223a55f3c9').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addyc5c62f0d8e5d5779c07a63223a55f3c9 = 'ventigiugnobologna' + '@'; addyc5c62f0d8e5d5779c07a63223a55f3c9 = addyc5c62f0d8e5d5779c07a63223a55f3c9 + 'cidas' + '.' + 'coop'; var addy_textc5c62f0d8e5d5779c07a63223a55f3c9 = 'ventigiugnobologna' + '@' + 'cidas' + '.' + 'coop';document.getElementById('cloakc5c62f0d8e5d5779c07a63223a55f3c9').innerHTML += ''+addy_textc5c62f0d8e5d5779c07a63223a55f3c9+''; (fino ad esaurimento posti). Martedì 22 giugno dalle ore 16:00 alle ore 18:00 - in diretta streaming dalla pagina facebook di BolognaCares Presentazione: Ripartire dall'Africa. Esperienze e iniziative di migrazione e co sviluppo. Petra Mezzetti e Sebastiano Ceschi (CeSPI), curatori del volume, ne discuteranno con specialisti e operatori. Per approfondire e partecipare a tutti gli eventi visita il sito www.bolognacares.it o scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloakffacaee848936c61f024f38780d6d442').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addyffacaee848936c61f024f38780d6d442 = 'ventigiugnobologna' + '@'; addyffacaee848936c61f024f38780d6d442 = addyffacaee848936c61f024f38780d6d442 + 'cidas' + '.' + 'coop'; var addy_textffacaee848936c61f024f38780d6d442 = 'ventigiugnobologna' + '@' + 'cidas' + '.' + 'coop';document.getElementById('cloakffacaee848936c61f024f38780d6d442').innerHTML += ''+addy_textffacaee848936c61f024f38780d6d442+''; .
Rita Paradisi è la nuova funzionaria Coordinatrice dell'Area Coesione sociale ASP (che comprende tutti i servizi per minori, famiglie e adulti), con responsabilità diretta del Servizio Protezioni internazionali. L'incarico ha decorrenza fino al 16/01/2024 ed è stato conferito con Determina n. 178 del 18/03/2021 al termine della procedura di selezione pubblica, avendo la stessa espresso le caratteristiche personali, professionali e manageriali maggiormente rispondenti alle peculiarità del ruolo. Rita Paradisi vanta una esperienza pluriennale di coordinamento, programmazione e monitoraggio sui temi della coesione sociale, a livello cittadino e metropolitano, maturata presso diversi enti pubblici. Leggi il Curriculum Vitae Pubblicato il 24 maggio 2021
Il 20 giugno torna a Bologna la Giornata Mondiale del Rifugiato, il grande evento in streaming dedicato al diritto d’asilo, alla solidarietà e al valore dell’accoglienza. Per l’occasione il Comune di Bologna e ASP Città di Bologna, in collaborazione con BolognaCares!, i gestori del Sistema Integrato di accoglienza, i Comuni aderenti al progetto, Città metropolitana e Caritas, lanciano il contest #ilcieloèditutti, una call rivolta agli artisti per la realizzazione di video musicali e performativi. Il tema della Call Proviamo ad immaginare di vivere con una persona proveniente da un altro paese, proviamo ad immaginare di parlare la sua lingua, di praticare la sua religione, di vivere una storia comune. “Qualcuno mi spieghi questo mistero” – scrive Gianni Rodari – “il cielo è di tutti gli occhi”, significa che anche il mondo è di tutti ed è esattamente questo che ci rende tutti uguali. Sono queste le premesse del concorso #ilcieloèditutti: una raccolta di proposte artistiche che sappiano interpretare il proprio concetto di “confine”. Saranno accolti video con suoni, corpi, voci per ritrovarsi con i richiedenti asilo, per ascoltare la loro voce, per imparare a conoscerli – sotto lo stesso cielo. Come partecipare La call è aperta a tutti gli artisti, anche emergenti, dai 16 anni in su, che possono partecipare inviando video musicali, di teatro, danza e spettacolo. I video dovranno durare dai 3 ai 10 minuti. La partecipazione è gratuita. Per iscriversi bisogna compilare il form d’iscrizione e inviare, entro e non oltre le 24 dell’11 giugno, i video alla email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloak44cecad3b237734f47d96a88419680a3').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addy44cecad3b237734f47d96a88419680a3 = 'ventigiugnobologna' + '@'; addy44cecad3b237734f47d96a88419680a3 = addy44cecad3b237734f47d96a88419680a3 + 'cidas' + '.' + 'coop'; var addy_text44cecad3b237734f47d96a88419680a3 = 'ventigiugnobologna' + '@' + 'cidas' + '.' + 'coop';document.getElementById('cloak44cecad3b237734f47d96a88419680a3').innerHTML += ''+addy_text44cecad3b237734f47d96a88419680a3+''; Tutte le informazioni sul formato dei video e le modalità di invio sono disponibili nel Regolamento del concorso. Il premio I cinque video che avranno la capacità di cogliere più pienamente il tema della call riceveranno un contributo di 500 euro e saranno riprodotti durante l’evento in streaming del 20 giugno. I nomi degli artisti selezionati saranno comunicati entro il 17 giugno sui canali di comunicazione di BolognaCares!: www.bolognacares.it – www.facebook.com/Bolognacares La Giuria potrà selezionare anche altri video, tra i non vincitori, da trasmettere in streaming durante l’evento. Tratto da bolognacares.it - https://www.bolognacares.it/ilcieloeditutti-una-call-per-artisti-per-la-giornata-mondiale-del-rifugiato-2021/ Per informazioni www.bolognacares.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloaked593bf11e2348c36e87e87b8092a9f0').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addyed593bf11e2348c36e87e87b8092a9f0 = 'ventigiugnobologna' + '@'; addyed593bf11e2348c36e87e87b8092a9f0 = addyed593bf11e2348c36e87e87b8092a9f0 + 'cidas' + '.' + 'coop'; var addy_texted593bf11e2348c36e87e87b8092a9f0 = 'ventigiugnobologna' + '@' + 'cidas' + '.' + 'coop';document.getElementById('cloaked593bf11e2348c36e87e87b8092a9f0').innerHTML += ''+addy_texted593bf11e2348c36e87e87b8092a9f0+'';
La campagna Lavoro: istruzioni per l’uso si rivolge ai lavoratori e le lavoratrici stranieri/e e non solo. Attraverso la voce narrante di Selene Cilluffo, le illustrazioni di Lavinia Cultrera animate da Fiodor Fieni è possibile conoscere gli aspetti fondamentali per orientarsi nel mondo del lavoro. Un progetto a cura di Arca di Noè Cooperativa Sociale, Mondo Donna Onlus e ASP Città di Bologna, nell’ambito del progetto SAI. Guarda i video L’approccio di ricerca attiva del lavoro Gli uffici di orientamento al lavoro di Arca di Noè e Mondo Donna ONLUS hanno esperienza pluriennale nel favorire l’orientamento al lavoro di persone che vivono da poco, e non, sul territorio della Città Metropolitana di Bologna. Con Orientamento al lavoro si intendono l’analisi delle competenze acquisite, la definizione dell’obiettivo professionale e la strategia per raggiungere quegli obiettivi. Alla base delle azioni di entrambi gli uffici vi è la convinzione che la consapevolezza delle proprie competenze e attitudini sia il punto di partenza per definire il proprio progetto di qualificazione professionale. I percorsi proposti nell’ambito del Sistema Accoglienza e Integrazione (SAI) di Bologna prevedono l’attivazione di corsi di formazione professionale, tirocini formativi e affiancamento nella ricerca attiva del lavoro. Questa campagna è pensata per chi sta completando il percorso di inserimento lavorativo e come strumento fruibile in qualsiasi momento. Una formazione sempre a portata di mano Cos’è un contratto di lavoro? Come si legge una busta paga? Quali sono i diritti e i doveri del lavoratore? Cosa succede quando termina un rapporto di lavoro? Come richiedere la disoccupazione? A quali uffici rivolgersi per ricevere assistenza? La condizione di distanziamento sociale di questi mesi ha reso più evidente il bisogno di strumenti fruibili e consultabili in qualsiasi momento da qualsiasi persona ne abbia necessità. Al termine di ogni video verranno fornite indicazioni sui luoghi in cui recarsi per avere maggiori informazioni e consulenze specifiche. Buona visione e…Buon lavoro! Pubblicato 18 maggio 2021
MICADO, Migrant Integration Cockpits and Dashboards, è un progetto europeo finanziato dal programma Horizon2020 e coordinato dall'Università di Amburgo. Sono 15 i partner di progetto, tra cui ASP Città di Bologna. L’App MICADO permetterà di fornire ai migranti arrivati sul territorio una serie di informazioni utili all'integrazione dal punto di vista lavorativo, abitativo, sanitario e sociale, semplificando la comunicazione tra tre gruppi di utenti: migranti, autorità pubbliche e organizzazioni della società civile. La soluzione tecnologica verrà testata in 4 città pilota: Bologna, Amburgo, Madrid e Anversa, nel corso del 2021. A Bologna sarà disponibile in italiano, inglese, arabo e urdu, le principali lingue utilizzate dalla popolazione migrante presente in città. A ottobre 2020, anche ASP ha preso parte al Joint Migration Policy Roundtable. I partner di sei progetti finanziati dal programma Horizon 2020 hanno discusso la sfida dell’integrazione dei migranti nelle società europee attraverso soluzioni ICT, e insieme hanno redatto il Joint Migration Policy Whitepaper, quale input strategico per la futura politica migratoria della UE. I partner di progetto sono adesso impegnati nella raccolta dei contenuti per la soluzione tecnologica, e dei documenti necessari alle azioni da compiere durante il percorso di integrazione. A questa fase seguirà la prima di pilotaggio, l’Usability Test, in cui un ristretto numero di utenti valuterà il design, l’intuitività dell’applicazione e la chiarezza di linguaggio utilizzato nelle tre interfacce. A cura di Carla De Lorenzo e Mattia Cocchi - Ufficio Progetti Speciali e Raccolta Fondi Tratto da ASP NEWS 1-2021 Pubblicato il 14 maggio 2021
Inizia in questi giorni Connettiamoci! Coltivare comunità, un progetto di innovazione sociale e costruzione di comunità promosso da ASP Città di Bologna con il supporto della cooperativa sociale Baumhaus. L’iniziativa fa parte del progetto europeo SIforREF(Integrating Refugees in Society and Labour Market through Social Innovation), finanziato dal programma europeo Interreg Central Europe, coordinato dall’Università di Venezia Ca’ Foscari e di cui ASP è partner. Attraverso attività di Community Labs, laboratori di inclusione sociale, Connettiamoci! vuole contribuire a sviluppare una cultura della relazione e della partecipazione tra i cittadini, le persone richiedenti asilo e i rifugiati per varie comunità della Città metropolitana di Bologna. I territori coinvolti nelle attività, fin dalla fase di progettazione dei laboratori, sono: San Donato, San Lazzaro di Savena, Alto Reno Terme (Porretta Terme e Gaggio Montano) e l’Unione Reno Galliera Pianura Est (Castello d’Argile e San Giorgio di Piano). Casa, Lavoro e Relazioni sono i tre temi chiave che verranno affrontati per riflettere sull’importanza della comunità e della partecipazione, puntando sul riconoscimento dell’alterità, la valorizzazione dei vissuti personali e le competenze degli abitanti di ciascuna area. Allora Connettiamoci! per riconoscersi in una comunità e per generare risposte collettive e creative ai bisogni economici, sociali e culturali dei territori che abitiamo. Il primo Community Lab online Job Stories. Riconoscersi al lavoro si terràmercoledì28 aprile e 5 maggio dalle ore 17.30 alle ore 19 tramite piattaforma Zoom. A partire dalle storie di vita degli ospiti, incontreremo persone con professionalità disparate, rifletteremo sul futuro di alcuni mestieri e sulle strade che portano a realizzare i propri obiettivi professionali. Job stories vuole aprire una riflessione su quanto le biografie di vita siano strettamente connesse ai propri percorsi professionali, e su quanto sia fondamentale riconoscere le proprie aspirazioni perché la ricerca di lavoro sia un percorso di crescita costante e mai definito una volta per tutte. Se è vero che per molti e molte il lavoro è una necessità, Job stories vuole aprire una riflessione sugli spazi di scelta che, quotidianamente, possiamo agire per diventare sempre più protagonisti e protagoniste del nostro percorso professionale. Per iscriverti compila il form: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSe494K0kh7ODqZ0mC844RM6SBBhkuvatnWbZMYWsSD883fXiQ/viewform?usp=sf_link Se sei cittadino/a di questi territori e hai voglia di condividere le tue competenze, di incontrare persone nuove e di conoscere meglio il posto in cui abiti, puoi farlo seguendo le iniziative di Connettiamoci sulla nostra pagina Facebook Baumhaus e compilando il questionario per entrare a far parte della Comunità di Connettiamoci → https://www.facebook.com/933910153347934/posts/5353984041340501/ Puoi anche metterti in contatto con noi scrivendoci alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloak7c8a17250af3566554bc1e4d9d00b1e5').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addy7c8a17250af3566554bc1e4d9d00b1e5 = 'connettiamoci' + '@'; addy7c8a17250af3566554bc1e4d9d00b1e5 = addy7c8a17250af3566554bc1e4d9d00b1e5 + 'aspbologna' + '.' + 'it'; var addy_text7c8a17250af3566554bc1e4d9d00b1e5 = 'connettiamoci' + '@' + 'aspbologna' + '.' + 'it';document.getElementById('cloak7c8a17250af3566554bc1e4d9d00b1e5').innerHTML += ''+addy_text7c8a17250af3566554bc1e4d9d00b1e5+''; o chiamandoci al numero 3277007600
Con i video di orientamento alle professioni di termoidraulico, falegname e operatore del verde, si arricchisce il catalogo di attrezzi multimediali che vede già disponibile il video per operatore meccanico e operatore del punto vendita, strumenti da utilizzare per un primo orientamento nel mondo del lavoro. I video aiutano a capire quale tipo di formazione è necessaria per svolgere queste professioni e per vedere da vicino, nella pratica quotidiana, quale impegno è previsto. I video sono pensati per un pubblico vasto, non solo per i minori che devono intraprendere per la prima volta un percorso di formazione, ma anche per chi ha bisogno di nuovi stimoli e magari non sa come cominciare. L’équipe formazione-lavoro Minori Stranieri Non Accompagnati di ASP Città di Bologna, nell'ambito del progetto SPRAR/SAI, sta costruendo un catalogo di video di orientamento al lavoro che in maniera semplice, sintetica e di immediato impatto visivo, illustrano le attività lavorative più immaginate e richieste dai ragazzi in accoglienza e anche quelle con maggiori possibilità di assunzione. Questi video contengono anche informazioni utili su come acquisire le competenze necessarie preliminari per lo svolgimento di quei lavori e i suggerimenti degli esperti. Leggi l'articolo dedicato e guarda i video già pubblicati. Scopri di più su sito di Bologna Cares Vai direttamente al Blog Area Lavoro sul sito di Bologna Cares Pubblicato il 29 marzo 2021
Esplorare le politiche e le buone pratiche nelle città partner di progetto e avviare un confronto con gli altri gruppi di lavoro. È stato questo l’obiettivo delle visite studio transnazionali, realizzate virtualmente a Vienna, Lubiana, Bologna, Parma e Berlino, che hanno coinvolto circa 30 partecipanti tra staff e stakeholder (ONG, rifugiati, assistenti sociali, aziende, politici locali). Le visite studio sono state realizzate nell’ambito del progetto europeo SIforREF, Integrating Refugees in Society and the Labour Market Through Social Innovation, di cui ASP Bologna è partner, che ha l’obiettivo di ridurre il rischio di marginalizzazione dei rifugiati e favorirne l’integrazione sociale e lavorativa, attraverso la promozione di p ratiche socialmente innovative. Gli incontri virtuali, tra novembre 2020 e marzo 2021, hanno rappresentato un'opportunità stimolante per confrontarsi su temi legati all'inclusione dei rifugiati e sul ruolo che la comunità gioca nel favorirla. Se Vienna si è concentrata sull’inclusione lavorativa, Lubiana sull’integrazione dei rifugiati in Slovenia nel contesto della rotta balcanica, Berlino sull’accesso al mercato del lavoro, con un focus sui gruppi vulnerabili, Bologna e Parma hanno scelto il tema dell’integrazione dei rifugiati nel contesto locale attraverso la community-based protection. L’evento virtuale di Bologna, svoltosi lo scorso 8 febbraio, è stato l’occasione per approfondire il tema dell’housing nel percorso di integrazione dei rifugiati, quale step per costruire relazioni con la comunità locale e incrementare le opportunità di accesso al mercato del lavoro. Ad introdurre la mattinata di riflessioni Marco Lombardo, Assessore Politiche per l’Immigrazione e Terzo Settore del Comune di Bologna, che ha illustrato il contesto di riferimento delle buone pratiche presentate e l’importanza dei processi partecipativi. È in questo contesto che sono state presentate due buone pratiche che, da prospettive diverse, sono legate al tema dell’housing. Salus Space è uno spazio collaborativo per l'inclusione di migranti e rifugiati, un luogo multifunzionale di benessere, accoglienza, lavoro e inclusione attiva. Il progetto si fonda su un approccio di co-creazione, in forte sintonia con la metodologia utilizzata da SIforREF. Vesta, un progetto di accoglienza in famiglia o di vicinanza solidale per minori stranieri non accompagnati e giovani rifugiati, offre ai cittadini l’opportunità di contribuire in prima persona allo sviluppo di un nuovo modello di integrazione. Con il supporto di video e attività interattive, le presentazioni hanno stimolato la discussione di gruppo tra i partecipanti, che hanno condiviso le loro riflessioni sulle buone pratiche presentate rispondendo a 2 domande: “Quali sono gli aspetti positivi e quelli critici di ogni buona pratica presentata?” e“ Come implementereste queste buone pratiche nel vostro contesto sociale?” Sono state così condivise sfide dell’integrazione e possibili modalità per fronteggiarle, che troveranno spazio nelle successive Linee Guida per implementare pratiche sociali innovative.
Si avvisa che, nella sezione “amministrazione trasparente/Bandi di concorso”, è stato pubblicato l'avviso pubblico di selezione comparativa per il conferimento di un incarico di alta specializzazione extra dotazione organica a tempo pieno e determinato di funzionario - cat. D3 - con funzioni di coordinatore Area Coesione Sociale con responsabilità diretta Servizio Protezioni Internazionali presso ASP Città di Bologna. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per le ore 12.00 del 10 febbraio 2021. Per la documentazione completa vai alla pagina https://www.aspbologna.it/bandi-di-concorso-2/opportunita-di-lavoro/concorsi-e-selezioni-pubbliche
Dietro l’impulso del Covid, con il suo obbligo al distanziamento sociale e con le necessarie misure di prevenzione del contagio, chi si occupa di formazione ed orientamento al lavoro, è stato obbligato a ripensare gli strumenti didattici fino a questo momento a disposizione, operazione faticosa ma in alcuni casi, portatrice di spunti creativi che vanno ad esplorare nuove forme didattiche e formative. L’équipe formazione-lavoro Minori Stranieri Non Accompagnati di ASP Città di Bologna, nell'ambito del progetto SPRAR/SAI, sta costruendo un catalogo di video di orientamento al lavoro che in maniera semplice, sintetica e di immediato impatto visivo, illustrano le attività lavorative più immaginate e richieste dai ragazzi in accoglienza e anche quelle con maggiori possibilità di assunzione. Questi video contengono anche informazioni utili su come acquisire le competenze necessarie preliminari per lo svolgimento di quei lavori e i suggerimenti degli esperti. I video sono pensati per un pubblico vasto, non solo per i minori che devono intraprendere per la prima volta un percorso di formazione, ma anche per chi ha bisogno di nuovi stimoli e magari non sa come cominciare. Al momento sono già disponibili il video per l’operatore addetto alle vendite e per il meccanico di sistema. Guarda anche i video per profili di termoidraulico, falegname e addetto ai mestieri verdi (vivaista, agricoltore e giardiniere). Scopri di più su sito di Bologna Cares Vai direttamente al Blog Area Lavoro sul sito di Bologna Cares Pubblicato il 20 gennaio 2021
Cinque incontri di lettura condotti dalla biblioterapista Giulia de Rocco, per conoscere le storie di soggettività LGBTQIA+ e i Paesi d’origine dei migranti. Un percorso di 5 romanzi in 5 incontri a cadenza mensile rivolto ad attivist*, operator* dell’accoglienza e cittadin* per conoscere le istanze delle comunità LGBTQIA+ in diversi Paesi del mondo, confrontarsi e condividere esperienze di attivismo, riflettere e partecipare ad un’esperienza collettiva di lettura. Cinque incontri a partecipazione e iscrizione gratuita L’incontro di presentazione sarà l’8 febbraio dalle 18:30 alle 20 sulla piattaforma Zoom. Durante l’incontro si formeranno i due gruppi di lettura, sulla base delle esigenze dei partecipanti e gli incontri si terranno nelle seguenti date, sempre dalle 18:30 alle 20: Gruppo 1: 8 marzo, 5 aprile, 10 maggio, 14 giugno, 12 luglio Gruppo 2: 11 marzo, 8 aprile, 13 maggio, 17 giugno, 15 luglio L’iscrizione è gratuita ed è sufficiente compilare questo form entro il 3 febbraio 2021. L’iniziativa è finanziata dal progetto SIPROIMI/SAI di Bologna, i libri saranno distribuiti agli iscritti da Confraternita dell’Uva libreria indipendente di Bologna. Per maggiori informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloakefd09238bdddf9daf5f77e71fb20020a').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addyefd09238bdddf9daf5f77e71fb20020a = 'leggerelibera' + '@'; addyefd09238bdddf9daf5f77e71fb20020a = addyefd09238bdddf9daf5f77e71fb20020a + 'gmail' + '.' + 'com'; var addy_textefd09238bdddf9daf5f77e71fb20020a = 'leggerelibera' + '@' + 'gmail' + '.' + 'com';document.getElementById('cloakefd09238bdddf9daf5f77e71fb20020a').innerHTML += ''+addy_textefd09238bdddf9daf5f77e71fb20020a+''; Letture in Transito sarà anche sui social network e accompagnerà gli incontri attraverso le illustrazioni di Lavinia Cultrera e di brevi approfondimenti video curati dalle associazioni coinvolte. Ogni post sarà un’occasione informativa rivolta alla cittadinanza e chiunque sia interessat* ad approfondire. Lo scorso settembre è iniziato un percorso di formazione rivolto ad operatori e operatrici dell’accoglienza degli Enti gestori coinvolti nel Sistema SIPROIMI/SAI di Bologna e che si occupano dell’accoglienza di migranti LGBTQIA+. La formazione è nata dalla co-progettazione di Arca di Noè e ASP Città di Bologna con la collaborazione delle associazioni Arcigay Il Cassero, Il Grande Colibrì e Movimento Identità Trans. Al termine del percorso formativo si è sentita l’esigenza di dare continuità alla collaborazione attraverso forme nuove di approfondimento, informazione e sensibilizzazione per la cittadinanza sulle migrazioni LGBTQIA+, un argomento ancora poco trattato. Pubblicato il 20 gennaio 2021